Lama Fissa

I Modelli a lama Fissa
Ne esistono infinite varianti, alcuni sono pregiati e fatti a mano, col manico in osso o in legno, altri sono prodotti in serie. A seconda delle caratteristiche si possono classificare in a lama fissa o pieghevole, a serramanico, a scatto, multiuso, ecc. La lunghezza della lama può variare da pochi centimetri ad oltre 20 cm.

coltelli a lama fissa possono essere a filo singolo o doppio, cioè essere affilati da un solo lato o da entrambi, in questo caso vengono chiamati più correttamente pugnali. Possono inoltre avere una lama completamente liscia o in parte seghettata. Quelli a filo singolo, essendo più spessi, sono più robusti e quindi adatti anche a usi estremi. I coltelli a lama fissa non sono quasi mai dotati di accessori integrati, al massimo (i modelli da sopravvivenza) dispongono di un contenitore interno al manico dove è possibile inserire piccoli oggetti indispensabili. Alcuni modelli dispongono di un pezzo di ferro alla base del manico e possono essere usati come martello o frangi cristalli. La maggior parte dei coltelli ha però un manico pieno e anatomico, i modelli da combattimento hanno il manico rivestito in gomma o in materiale ad alto grip per una migliore maneggevolezza. La forma del manico può essere tale da consentire un passaggio rapido e sicuro dall’impugnatura dritta a quella rovescia.

La maggior parte dei modelli hanno la lama resistente all’acqua e alla ruggine, alcune lame sono trattate antiriflesso o brunite (la lama è nera). Altri modelli, soprattutto quelli militari, dispongono di seghetti capaci di tagliare fili di ferro (pensati per il filo spinato). Le lame affilate a mano, a rasoio hanno proprietà di taglio superbe.

Di regola i coltelli a lama fissa vengono portati in un fodero per evitare che si rovini il filo ed il pericolo di tagli accidentali.
In questa categoria possono trovarsi degli strumenti di lavoro con le forme più strane come, ad esempio, i coltelli per scuoiare e per conciatori di pelli (skinner) con lama semicircolare e impugnatura posta ad angolo retto ad essa, così che la lama esce tra due dita della mano che lo impugna. Alcuni sono poi stati modificati in modo da avere una lama appuntita per servire solo quali strumenti di offesa (coltelli a spinta).